Asimov: Ciclo delle Fondazioni | Fantascienza e impero romano

Isaac Asimov: Il cilco delle fondazioni, un racconto intergalattico
  • Un meraviglioso racconto di fantascienza scritto da Isaac Asimov
  • I protagonisti dell’opera di letteratura fantascientifica “Ciclo delle Fondazioni”
  • La storia della Roma Antica nel momento della caduta dell’impero

Una lunga storia di fantascienza scritta da Isaac Asimov

Il Ciclo delle Fondazioni è un gruppo di sette romanzi di fantascienza scritti da Isaac Asimov a partire dal 1951. Dopo la trilogia iniziale, nota come Trilogia della Fondazione, Asimov, sotto la spinta degli appassionati e dell’editore, la Doubleday di New York, riprese in mano il ciclo e nel 1982 realizzò due seguiti ai primi tre romanzi, per concludere con due prequel nel 1988 e nel 1992.

L’intera saga, ordinata secondo la cronologia interna degli eventi, è composta da:

  • Preludio alla Fondazione (Prelude to Foundation – 1988)
  • Fondazione anno zero (Forward the Foundation – 1993)
  • Cronache della galassia o Prima fondazione (Foundation – 1951)
  • Fondazione e Impero o Il crollo della galassia centrale (Foundation and Empire – 1952)
  • Seconda Fondazione o L’altra faccia della spirale (Second Foundation – 1953)
  • L’orlo della Fondazione (Foundation’s Edge – 1982)
  • Fondazione e Terra (Foundation and Earth – 1986)

I tre romanzi della trilogia originale (Fondazione, Fondazione e Impero, Seconda Fondazione) sono stati scritti tre decenni prima degli altri seguiti e prologhi e sono stilisticamente molto diversi da essi. Si tratta in realtà di una raccolta di storie brevi, apparse la prima volta sulla rivista Astounding Stories, ed in seguito raccolte in volume.

I protagonisti nell’opera di letteratura fantascientifica “Ciclo delle Fondazioni”

Hari Seldon è uno dei personaggi chiave, è lo scienziato ideatore della psicostoria e del Piano Seldon. Tra tutti i personaggi creati dalla fervida mente di Asimov, Hari Seldon ne è il più autobiografico, sia nella finzione delle trame, sia nella inaspettata aderenza con la morte dello scrittore.

Cleon I (11.988 EG – 12.038 EG) fu l’ultimo Imperatore della dinastia Entun, sotto il quale l’Impero Galattico conobbe l’ultimo periodo di splendore culturale e la sua capitale, Trantor, giunse al culmine della sua bellezza. Cleon I è presente nei libri Preludio alla Fondazione e Fondazione anno zero.

Bel Riose è un giovane generale dell’Impero Galattico, che mostra spesso comportamenti patriottici e cerca in tutti i modi di riportare il suo Impero, in irreversibile e profonda decadenza, alla gloria del regno di Cleon I. Giovane (a trentaquattro anni era già governatore di Siwenna) e carismatico, Riose non fatica ad accattivarsi l’attenzione delle folle. Spesso sembra voler eguagliare le epiche imprese del mitico generale Peurifoy. La massima fama di Bel Riose si ha con l’inizio della guerra contro la Prima Fondazione, con i numerosi successi raggiunti inizialmente. Il giovane generale Riose viene richiamato a Trantor dal governo, che teme una sua eventuale volontà di diventare sovrano assoluto dei territori conquistati, e viene fatto giustiziare dall’anziano Cleon II. Con la morte di Riose il declino imperiale si accentua e si fa irreversibile.

Il Mule: si tratta di uno dei più grandi conquistatori della Galassia. Possedendo l’abilità di condizionare qualsiasi essere umano, ovvero di manipolarne telepaticamente i sentimenti, il Mulo assume una portata individuale enorme sulla storia della Galassia, sconvolgendo quindi il Piano Seldon e i calcoli della psicostoria, basati sulla predizione, su base statistica, del comportamento delle masse.

Cosa centra l’impero romano con il racconto di fantascienza scritto da Asimov

L’ispirazione all’Impero romano è fondamentale: il giudizio che traspare dalle opere di Asimov è che l’Impero sia un’istituzione positiva, che – pur attraverso determinati arbitrii e sopraffazioni – è riuscito a garantire la pace e la prosperità all’intera galassia sotto un unico governo.

In Fondazione e Impero, il generale Riose si lancia in un panegirico del suo Impero:

«I suoi eserciti hanno commesso atrocità isolate, ma nel complesso sono stati portatori di pace e civiltà. È stata la flotta imperiale a creare la “Pax Imperium” che ha dominato su tutta la Galassia per più di duemila anni… Considerate le guerre e le devastazioni di quei tempi e ditemi se non vale la pena di conservare questo Impero».

Vuoi saperne di più su di me?